Attualità
Treviglio

La scuola Grossi a prova di terremoto e di... risparmio energetico

A metà maggio inizieranno i lavori di adeguamento sismico. L'Amministrazione chiederà anche un contributo da 2,2 milioni per renderla autonoma sui consumi.

La scuola Grossi a prova di terremoto e di... risparmio energetico
Attualità Treviglio città, 21 Febbraio 2022 ore 11:36

La scuola media Grossi di Treviglio diventerà a prova di terremoto. Ma si punta anche a renderla totalmente autonoma a livello energetico.

Scuola Grossi

Verranno appaltati a marzo i lavori per l'adeguamento sismico della scuola Grossi di via Colleoni e dell'annessa palestra. Opere che richiederanno un investimento di 1,5 milioni di euro, 1,2 dei quali finanziati con un contributo della Regione Lombardia. Entro febbraio verrà presentato il progetto definitivo, dopodiché si procederà con la gara (nei giorni scorsi è stata anche avviata una manifestazione di interesse). Il progetto è stato illustrato stamattina, lunedì 21 febbraio, dall'assessore Basilio Mangano, dall'ingegner Alberto Bani e dall'architetto Cristina Benigni.

Adeguamento sismico

L'intervento alla scuola Grossi prevede la la realizzazione di setti in calcestruzzo. Alcuni saranno dotati di fondazioni proprie, mentre altri verranno collegati alle fondazioni esistenti. Per quanto riguarda la palestra, invece, l0intervento riguarderà il rinforzo dei pilastri esistenti maggiorandone  la sezione. Agli interventi strutturali si affiancheranno anche opere di miglioramento energetico, come la realizzazione di un cappotto (sia per la scuola che per la palestra, in pannelli di fibra di vetro.

Cronoprogramma

L'intervento alla scuola Grossi verrà organizzato in accordo con la direzione scolastica dell'Istituto comprensivo in modo tale da interferire il meno possibile con le attività scolastiche. Il cronoprogramma sarà quindi molto vincolante per l'assegnazione dell'appalto. Si prevede di cominciare i lavori dopo la metà di maggio iniziando dal seminterrato, concentrando tutti i lavori interni nei mesi estivi in modo che vengano terminati entro la metà di settembre, quando ricominceranno le lezioni. Il cantiere proseguirà poi all'esterno e per la palestra. La durata complessiva sarà di circa sei mesi.

Efficientamento energetico

L'Amministrazione comunale ha anche intenzione di procedere con un intervento di efficientamento energetico della scuola Grossi e della palestra, attraverso la possibilità di chiedere un contributo ministeriale. L'obiettivo è il raggiungimento delle condizioni "NZEB" (Edifici a energia quasi zero). L'intervento prevede ka rimozione e la sostituzione degli infissi esterni e l'installazione di schermatura, impianti di ventilazione meccanica controllata, impianti radiante a soffitto nella scuola e a pavimento in palestra e due centrali termiche, una per edificio. L'importo che verrà richiesto al Ministero, vista l'entità dell'intervento, è di 2,2 milioni di euro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter