Attualità
Fiera Agricola

La "Quattro Portoni" di Cologno si aggiudica il premio AgrInnova della Bcc

L'azienda di Cologno è stata premiata lunedì all'interno della 39esima edizione della kermesse a TreviglioFiera.

La "Quattro Portoni" di Cologno si aggiudica il premio AgrInnova della Bcc
Attualità Treviglio città, 26 Aprile 2022 ore 17:29

Tradizione e innovazione: la quarta edizione del premio AgrInnova della Cassa rurale di Treviglio all'azienda agricola "Quattro Portoni" di Cologno al Serio.

Premio AgrInnova

Tanti espositori e una grande affluenza di pubblico per la 39esima edizione della Fiera Agricola della Bassa Bergamasca, ripartita dopo due anni di stop, venerdì scorso a TreviglioFiera. E lunedì 25 aprile la Bcc Treviglio ha potuto assegnare i premi per la quarta edizione di AgrInnova Cassa Rurale Treviglio, un’iniziativa che si pone l'obiettivo di valorizzazione le imprese del settore che si sono distinte per progetti imprenditoriali innovativi relativi al prodotto o al processo utilizzato di particolare rilevanza territoriale.

Trionfa la "Quattro Portoni"

Premio AgrInnova Bcc Treviglio a Quattro Portoni di Cologno

La Commissione composta dal presidente della Cassa Rurale BCC Treviglio, Giovanni Grazioli, dal Responsabile del Servizio Agricoltura Stefano Pirrone e dal presidente dell’Ente Fiera Agricola, Giuseppe Fattori, dopo aver preso atto dei progetti presentati, alla luce del regolamento in essere riservato alle imprese agricole che hanno realizzato una innovazione di prodotto o di processo, all’unanimità ha deliberato di conferire l’attestato di merito per il Premio Agrinnova Cassa Rurale Treviglio a Quattro Portoni srl.

Un premio che l'azienda di Cologno si è guadagnata sul campo "per l’innovazione di prodotto che ha portato alla creazione del formaggio Blu di Bufala che dalla bergamasca ha conquistato le tavole di tutto il mondo”.

L'azienda di Cologno

La famiglia Gritti di Cologno oltre alla attività industriale della Grifal spa ha da sempre gestito l’azienda agricola di famiglia, in particolare i fratelli Alfio e Bruno, trasformandola nel periodo del contingentamento della produzione di latte vaccino (quote latte fine anni 90) nel primo allevamento di bufale della provincia di Bergamo e tra i primi in Lombardia.

Alla fase di allevamento che oggi conta quasi 1000 capi è seguita la realizzazione di un piccolo caseificio aziendale in grado di lavorare il latte prodotto. Diversamente dalle aspettative i fratelli Gritti non hanno puntato su un prodotto a pasta filata come la mozzarella di bufala fresca ma su prodotti stagionati e erborinati destinati all’esigente mercato estero. Sforzo premiato con una quota del 60% del fatturato aziendale (oltre 2 milioni di euro nel 2020) con grande successo anche in terra francese. Tra i tanti prodotti si segnala in particolare come innovazione di prodotto il formaggio erborinato denominato Blu di Bufala.

Menzione speciale per Eureka

Consegna menzione speciale a Silvio Negri Eureka Cooperativa Sociale

La Commissione ha, inoltre, deliberato di assegnare a Silvio Negri presidente della Eureka Società Cooperativa Sociale una menzione speciale a riconoscimento del lavoro svolto per l’inserimento lavorativo delle persone diversamente abili nel comparto agricolo e precursore
dell’Agricoltura Sociale, alla presenza di Monsignor Vittorio Nozza presidente di Fondazione di religione e di culto Battaina.

La cooperativa nasce nel 2008 su iniziativa del Silvio Negri di Pagazzano che da sempre ha cercato di coniugare l’attività agricola con l’attività sociale facendo da precursore di quello che oggi sia leggi nazionali che regionali definiscono come Agricoltura Sociale. La cooperativa Eureka opera in vari settori legati all’agricoltura e non solo, ma sempre con il fulcro legato all’inserimento lavorativo nel comparto primario di persone diversamente abili.

"L'agricoltura è il nostro marchio distintivo"

“Come sapete l’agricoltura è per Cassa Rurale di Treviglio un marchio distintivo, nonché un mondo a cui noi teniamo tantissimo e quindi essere qua in questa occasione è per me - a nome di tutta la Cassa Rurale - un onore - ha commentato il presidente Grazioli - Quest’anno il premio AgriInnova assume un significato ancora più importante perché è un piacere enorme premiare una giovane imprenditrice. Ci sembrava poi importante in questo momento di ripartenza premiare anche una cooperativa sociale che lavora in campo agricolo e non solo, perché insieme all’agricoltura è forte il sostegno che riserviamo alle associazioni che ogni giorno si impegnano nel fare del bene e contribuire alla crescita di ragazzi che vertono in situazioni di fragilità”.

Alla premiazione hanno preso parte anche il sindaco di Treviglio Juri Imeri, il consigliere regionale Giovanni Malanchini e l’onorevole Cristian Invernizzi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter