Attualità
Arte in città

La mostra in memoria di Giuseppe Pagetti è un gran successo

Esposti 16 quadri dedicati al legame fra le città di Crema e Venezia

La mostra in memoria di Giuseppe Pagetti è un gran successo
Attualità Cremasco, 22 Marzo 2022 ore 11:00

Si è conclusa domenica la mostra in memoria del pittore trescorese Giuseppe Pagetti, dal titolo "La Serenissima Repubblica di Venezia a Crema".

La Serenissima e Crema su tela

Curata dal figlio Giancarlo, la mostra di Pagetti è stata allestita domenica 13 marzo nella sede della Pro loco, in piazza Duomo a Crema, dove è rimasta fino al 20 marzo, riscontrando un buon seguito di pubblico. L'esposizione, patrocinata dai Comuni di Crema e Trescore Cremasco, constava di 16 quadri a olio che hanno come tema la città di Venezia e quella di Crema, che in passato era parte della Serenissima Repubblica, come testimoniato dalle mura venete tuttora presenti in città.

Dipinti "a spasso nel tempo"

Nonostante il talento e la spiccata produttività, in vita Pagetti non ha mai voluto fare una personale. Così, a due anni dalla sua morte, Giancarlo ha deciso di rendere giustizia alla produzione artistica del padre.

"Ho voluto fare l'inaugurazione della mostra il 13 marzo, a due anni esatti dalla scomparsa di mio padre - ha detto - In realtà, la personale era programmata già per l'anno scorso, ma è stata rimandata a causa della pandemia. Il tema della mostra è legato ai 1600 anni della Serenissima, ed essendo stata Crema sotto il dominio della Repubblica di Venezia, ho scelto apposta dei quadri di Crema e Venezia. Fra questi, alcuni mostrano le città attraverso il tempo, grazie a foto degli anni Venti o stampe del Settecento su cui mio papà si è basato per ricostruire nei suoi quadri le ambientazioni del passato. Un dipinto, per esempio, ritrae il castello di Crema, che oggi non è esiste più".

Gran pienone per l'inaugurazione

Un argomento che i visitatori hanno particolarmente apprezzato, vista la partecipazione registrata il giorno dell'inaugurazione. Una presenza talmente numerosa da costringere gli spettatori a uscire dalla sala, incapace di contenerli tutti, per seguire la presentazione all'aperto.

"Le persone erano molto incuriosite dai dipinti di mio padre, perciò anche durante la settimana c'è stata un'ottima affluenza - ha proseguito - Chi ha visitato la mostra ha apprezzato soprattutto le tonalità dei dipinti, che sono state percepite come particolarmente rilassanti".

Il talento di Giuseppe Pagetti

Classe 1934, Pagetti si trasferì a Trescore dopo il matrimonio con Maria, da cui ebbe i figli Elena e Giancarlo. Dedicatosi fin da giovane all'arte, grazie alle sue doti produsse dipinti a olio e disegni a china e matita, regalando al patrimonio artistico locale numerose opere, alcune delle quali sono tuttora conservate nel Municipio di Trescore.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter