Federico Bianchi

Il ricercatore spiranese riceve la benemerenza provinciale

Il ricercatore spiranese Federico Bianchi ha ricevuto la benemerenza provinciale per i propri studi su inquinamento e cambiamento climatico.

Il ricercatore spiranese riceve la benemerenza provinciale
Attualità Media pianura, 08 Agosto 2021 ore 18:32

Il ricercatore spiranese Federico Bianchi ha ricevuto la benemerenza provinciale dalle mani del sindaco Yuri Grasselli e dal presidente di Provincia Gianfranco Gafforelli.

Chi è Federico Bianchi?

Nato e cresciuto a Spirano, Bianchi si è laureato in Chimica applicata ambientale e Chimica pura presso l’Università degli Studi di Milano, conseguendo il titolo magistrale con la valutazione di 110 e lode. Terminati gli studi ha trascorso cinque anni in Svizzera, dove ha condotto prima un dottorato e poi un’esperienza lavorativa al “Cern” di Ginevra. Dal 2015, invece, vive in Finlandia, dove si occupa principalmente di ricerca come professore associato. Da dopo la laurea, infatti, Federico studia la composizione chimica dell’atmosfera e i processi di formazione delle nuvole, oltre ai cambiamenti climatici, cercando di dar sempre un occhio di riguardo, nelle proprie indagini, all’Italia.

La dichiarazione

Ho studiato l’inquinamento nella Pianura Padana e i cambiamenti climatici - ha spiegato il ricercatore, che ora coordina un gruppo all’interno di un progetto europeo di più vasta portata - Ho condotto misurazioni e analisi piazzando strumentazioni in cima alle Alpi, al campo base dell’Everest e in Bolivia, a 5400 metri di quota. Il progetto a cui sto prendendo parte riguarda la formazione chimica dell’atmosfera e coinvolge complessivamente un numero di circa 200 studiosi e ricercatori. Io sono il group leader di un sottogruppo da 15 unità.

Così, una volta giunto in Italia a inizio luglio, Federico ha ricevuto la sorpresa di essere stato scelto per la benemerenza provinciale, proprio in virtù degli studi da lui condotti nel corso degli anni. La consegna della benemerenza è avvenuta il 21 luglio scorso a Bergamo.

Scopri di più sul Giornale di Treviglio in edicola questa settimana.

TORNA ALLA HOME.