Attualità
Romano

Il Museo d’Arte e Cultura Sacra di Romano ricorda Bruno Cassinelli a un anno dalla scomparsa

Sabato a Romano il Macs realizzerà una serie d'iniziative in memoria dello storico architetto che ha contribuito alla nascita e alle rassegne culturali del Museo.

Il Museo d’Arte e Cultura Sacra di Romano ricorda Bruno Cassinelli a un anno dalla scomparsa
Attualità Romanese, 13 Gennaio 2022 ore 15:14

Sabato a Romano il Macs realizzerà una serie d'iniziative in memoria dello storico architetto che ha contribuito alla nascita e alle rassegne culturali del Museo.

Le iniziative

Sabato le iniziative in ricordo di Cassinelli inizieranno alle 17 nella Chiesa della Grotta con «Memoria, ringraziamento, sguardo al futuro» a cura di don Tarcisio Tironi, direttore del M.A.C.S. Alle 17.45 nella sede del M.A.C.S. ci sarà la visita, a gruppi, alla mostra fotografica «Bruno Cassinelli e il M.A.C.S.». Saranno visibili foto circa i vari settori in cui l’architetto ha sostenuto la vita e le attività del Museo sin dall’inizio. Alle 18.30 nella Chiesa Prepositurale la celebrazione eucaristica, in suo ricordo .

Bruno Cassinelli

L’architetto è stato una figura fondamentale per il contributo dato del Museo d’arte e cultura sacra. Una collaborazione iniziata il 14 settembre 2006 e durata fino al 21 gennaio 2021. Dopo aver portato a termine la ristrutturazione degli spazi per il Centro di Primo ascolto e un appartamento per un sacerdote, inaugurati a ottobre 2003 con la benedizione del Vescovo ausiliare, mons. Lino Belotti, Cassinelli curò la progettazione e la direzione dei lavori del Museo, della Biblioteca, della Sala riunioni inaugurati nella festa di S. Defendente del 2006 con la benedizione del Vescovo mons. Roberto Amadei. Da allora fu sempre presente e attivo in forma gratuita nelle varie mostre e attività, nei corsi e negli incontri formativi, nelle fasi di studio e di catalogazione delle opere, nell’allestimento delle sale e della gipsoteca. Firmò gli allestimenti di tutte le mostre realizzate dal M.A.C.S. fino alla settantaquattresima (La fantasia della carità, opere di Fabio Agliardi), nell’ottobre 2020.

Il ricordo di Don Tarciso Tironi

Dopo aver saputo della malattia tumorale di don Tarcisio, Cassinelli dal 2013 mantenne la promessa a lui fatta di venire gratuitamente da Bergamo ogni martedì pomeriggio per aiutare la vita del Museo con gli amici Carlo Previtali e Ignazio Bresciani che continuano per loro scelta benedetta, questa “tradizione”.

«Bruno Cassinelli: una bella persona, di fine intelligenza, grande architetto, profondo conoscitore della storia di Romano, generoso e prezioso collaboratore del M.A.C.S. - ha detto don Tarcisio Tironi - Ringraziamo Dio di tutto questo, lo preghiamo perché l’accolga da subito in Paradiso da dove continuerà ad aiutarci. Che il buon Dio faccia sorgere collaboratoti di tale stoffa».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter