Attualità
Treviglio

Il fumetto del Giornale di Treviglio adesso è per tutti: tradotto in simboli per i ragazzi con disabilità

È stato tradotto nei simboli della CAA per disabili e sarà distribuito nelle biblioteche cittadine grazie all'assessore ai Servizi sociali Pinuccia Prandina.

Il fumetto del Giornale di Treviglio adesso è per tutti: tradotto in simboli per i ragazzi con disabilità
Attualità Treviglio città, 22 Giugno 2022 ore 10:59

Il fumetto del Giornale di Treviglio sulla storia della Madonna delle lacrime diventa un libro in Comunicazione aumentativa e alternativa (CAA), per bambini e ragazzi con disabilità espressive e cognitive. Sarà distribuito alle biblioteche della città, grazie ad un accordo tra il nostro editore Netweek, l'Amministrazione comunale, l'associazione «La casa di Silvia» e Dario Orsanigo, un cittadino trevigliese padre di una ragazza con disabilità, che ha proposto e portato avanti una lunga e articolata opera di traduzione.

La copertina del fumetto tradotto in CAA

Il fumetto della Madonna delle Lacrime in Comunicazione aumentativa alternativa

Tutto è cominciato lo scorso febbraio, quando il nostro settimanale ha realizzato e regalato ai propri lettori il fumetto «La Madonna delle lacrime di Treviglio», dedicato al miracolo che il 28 febbraio 1522, 500 anni fa, salvò la città dalla distruzione ad opera dell'esercito francese del generale Lautrec. Da qui la proposta di Orsanigo, dopo aver mostrato alla figlia le tavole di Lorenzo Morabito. «Perché non renderlo leggibile anche a persone con disabilità cognitive?» si è chiesto? È stato lui quindi, insieme all'associazione «La casa di Silvia», a trasformare il testo di Giuseppe Pozzi in un libro scritto con il linguaggio Widgit, uno «standard» internazionale utilizzato anche per la Comunicazione aumentativa e alternativa. Coinvolto l'editore, che ha rinunciato ai diritti sull'opera, e l'Amministrazione comunale che ha finanziato la stampa di una decina di copie del libro, l'opera si è conclusa in questi giorni. A breve la distribuzione nelle biblioteche.

«Appena abbiamo saputo dell'iniziativa, l'intera Giunta ha deciso di abbracciare l'idea di Orsenigo - ha commentato il vicesindaco Pinuccia Prandina - Un'iniziativa meritevole di una persona splendida. Grazie quindi a lui e a Netweek, che ha reso disponibili le tavole e i testi del fumetto, che ora nella sua versione in CAA sarà disponibile al prestito presso la biblioteca Centrale, alla Bibliocuccioli di via Milano nei Centri diurni per disabili della città».

«Quando Dario Orsanigo ci ha contattati per chiederci di poter utilizzare il nostro fumetto per il suo progetto, siamo stati noi a ringraziare lui. Anche il nostro editore, Netweek, non ha esitato un minuto - spiega il direttore del GdT Davide D'Adda -  Lo ringraziamo anche ora, per l'impegno e per il valore pratico, ma anche simbolico, della sua traduzione in CAA. Speriamo che altri trevigliesi con disabilità cognitive, grazie a lui e all'Amministrazione comunale che su iniziativa dell'assessorato ai Servizi sociali ha finanziato la ristampa, possano divertirsi quanto noi nel riscoprire un'altra volta una storia eccezionale come quella della Madonna delle lacrime, uno dei momenti più belli e unici della cultura della nostra città».

Nella foto in alto: da sinistra Dario Orsanigo, l'assessore Pinuccia Prandina, il direttore del Giornale di Treviglio Davide D'Adda e il giornalista Andrea Palamara

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter