Attualità
Spino d'Adda

I pioppi cipressini dell'area mercato non saranno tagliati

Lo ha comunicato il comitato "Ambiente e benessere" al termine di un incontro con il sindaco Enzo Galbiati

I pioppi cipressini dell'area mercato non saranno tagliati
Attualità Cremasco, 09 Aprile 2022 ore 10:00

I pioppi cipressini dell’area mercato di Spino d'Adda non saranno tagliati per fare spazio alla casa di riposo: lo annuncia il comitato "Ambiente e benessere" al termine di un incontro col sindaco Enzo Galbiati.

Piano del verde e pioppi cipressini

Il vertice si è svolto settimana scorsa in Municipio e sono stati toccati svariati temi: dal verde pubblico al decoro urbano, all’amianto e ai disservizi della rete internet.

"Il comitato ha più volte sollecitato la creazione di un 'Piano del verde' per monitorare la salute e l’estensione delle zone a verde di proprietà comunale - ha spiegato il presidente Vincenzo Mottola in un comunicato - Il sindaco ci ha informato che questo piano è ora in via di completamento. Esteso da un agronomo, individuerà anche i luoghi per la messa a dimora di nuove essenze. A proposito di verde, Galbiati ci ha assicurato che i pioppi del mercato non verranno abbattuti, a eccezione, forse, di un paio per realizzare l'ingresso della Rsa. Ambiente e benessere resta contrario alla sede scelta per la nuova struttura sanitaria ma ritiene comunque questa notizia molto positiva".

La nuova casa dell'acqua

Gli alberi in questione sono una quarantina in tutto, 16 dei quali sono pioppi cipressini. Si trovano tutti nell’area mercato di via Ungaretti e la paura di molti spinesi era che venissero tagliati ma, stando al colloquio fra Amministrazione e ambientalisti, questo non accadrà.

"Abbiamo sollecitato l’apertura di una nuova “Casa dell’acqua” - prosegue il comunicato - Il sindaco ci ha informato di alcune difficoltà che ostacolano questa operazione. La casetta dell’acqua esistente dovrà poi probabilmente essere spostata dato il nuovo assetto di via Ungaretti".

Rifiuti, amianto, accesso a internet

Dall’incontro è inoltre emerso che la Polizia locale vigilerà sul rispetto del calendario di esposizione dei rifiuti da parte dei cittadini, che l’Ufficio ecologia sta monitorando i siti che ancora non hanno provveduto alla rimozione delle lastre in amianto e che il Comune ha più volte segnalato ai gestori telefonici che i residenti del quartiere Adda hanno difficoltà nell’accesso ad Internet, problema che tuttora affligge la zona.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter