Attualità
treviglio

Eredità Giuliani, il Cda della fondazione muove i primi passi

I componenti hanno preso visione del patrimonio immobiliare di via Gera D'Adda, un'area che supera i 5 mila metri quadrati.

Eredità Giuliani, il Cda della fondazione muove i primi passi
Attualità Treviglio città, 10 Maggio 2022 ore 00:27

Nella giornata di lunedì 9 maggio 2022,  i membri del Cda della fondazione che avrà il compito di realizzare le volontà di Carla Giuliani, hanno visionato i beni immobili lasciati in eredità dalla 88enne scomparsa nel 2019 (nella foto davanti all'abitazione della benefattrice).

Eredità Giuliani

L'anziana, che non aveva eredi diretti, ha devoluto tutti i suoi beni, oltre 6 milioni di euro, al Comune di Treviglio, con il vincolo che vengano realizzati alloggi per persone disabili. L'Amministrazione nei mesi scorsi ha quindi nominato il Consiglio di amministrazione che si occuperà di dare vita al progetto sorgerà sui terreni lasciati in eredita da Carla Giuliani in via Gera D'Adda. Proprietà che superano i 5 mila metri quadrati e che sono tutti edificabili. A disposizione ci sono anche i conti corrente che fanno parte del patrimonio Giuliani.

"Seguiremo le indicazioni testamentarie"

"Il nostro intento è seguire le indicazioni lasciate dalla signora Giuliani - ha spiegato la presidente del Cda, Flavia Fabiani - Oggi abbiamo avuto questo incontro di carattere conoscitivo. Quando il Cda sarà in condizione di attuare la sua operatività, dovrà innanzitutto rispondere alla mission di questa fondazione, che è quella della tutela e della dignità della persona non vedente, ipovedente e invalida, con delle progettualità che permettano di migliorare la qualità della vita di queste persone attraverso l'autonomia e l'integrazione sociale. I progetti dovranno quindi tenere conto del testamento della signora Giuliani, degli aspetti di prevenzione clinica, riabilitazione, integrazione sociale, senza dimenticarci della formazione e della ricerca. In questo momento non possiamo ancora stabilire cosa realizzeremo, ma lo faremo al più presto quando avremo piena operatività"

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter