Attualità
Boltiere

Educazione alimentare a scuola: i ragazzi delle medie incontrano Mattarella

L'invito è arrivato dopo un progetto di educazione alimentare organizzato dall'Istituto comprensivo e da Coldiretti.

Educazione alimentare a scuola: i ragazzi delle medie incontrano Mattarella
Attualità Media pianura, 09 Giugno 2021 ore 13:36

A Roma, nella tenuta estiva del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per essere premiati insieme a Coldiretti Bergamo. Una gita "fuori porta" decisamente eccezionale quella che si sono meritati i ragazzi della scuola media di Boltiere, che tramite l'Istituto comprensivo hanno partecipato al progetto "Lo sviluppo sostenibile e l'educazione alimentare", promosso dall'associazione di categoria bergamasca. L’evento si terrà venerdì e sabato  ed è stato organizzato come un vero e proprio campo scuola in fattoria. Si terrà nella tenuta presidenziale di Castelporziano con i bambini provenienti dalle scuole di tutta Italia e verrà inaugurato dal Presidente.

L'educazione alimentare a scuola

I ragazzi di Ciserano e Boltiere (classi prime e seconde medie) avevano frequentato le lezioni d'approfondimento pomeridiano di matematica e scienze organizzate dall'Istituto comprensivo. Il progetto di Coldiretti puntava ad esplorare "modelli positivi di comportamento nell’esercizio della cittadinanza attiva,
attraverso lo sviluppo di un’etica della responsabilità e promuovere l’adozione di corretti stili di vita per il miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale delle nuove generazioni". Incontrando esperti e professionisti del settore, i ragazzi hanno studiato e approfondito temi quali i prodotti a km zero, la lettura consapevole delle etichette dei cibi, la dieta mediterranea, l’agricoltura sociale e le attuali opportunità di lavoro in campo agricolo.

L'invito da Mattarella

Da qui l'invito a Roma, per partecipare alla prima Giornata Nazionale di Educazione Alimentare che si terrà l’11 e del 12 giugno nella tenuta del presidente della Repubblica di Castelporziano.   La delegazione sarà composta anche dai ragazzi delle quarte e quinte dell'Ic De Amicis di Bergamo,  e dal presidente e dal direttore di Coldiretti Bergamo, Alberto Brivio e Carlo Loffreda, con la responsabile provinciale di Donne Impresa Elena Lazzarini. Parteciperanno anche il sindaco di Ciserano Caterina Vitali e l’assessore alla Cultura di Boltiere Cinzia Begnardi. Accompagneranno gli alunni i dirigenti di due istituti Maddalena Dasdia e Ivano De Luca, unitamente ad alcuni genitori e ad alcuni insegnanti.

  “La 1° Festa dell’educazione alimentare realizzata nella prestigiosa cornice della Tenuta Presidenziale di Castelporziano – spiegano il presidente e il direttore di Coldiretti Bergamo - è un riconoscimento ai progetti didattici realizzati da Coldiretti, ma è anche un importante segnale di speranza e di ripartenza che riguarda tutto il Paese. Da tempo stiamo proponendo nelle scuole della provincia percorsi didattici finalizzati alla sensibilizzazione dei giovani e delle famiglie sui valori della sana alimentazione, della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile, del territorio come luogo di identità e di appartenenza. Un impegno  che rientra nelle finalità della recente intesa tra Coldiretti e Ministero dell’istruzione che si è tradotta in un progetto specifico che stiamo proponendo su tutto il territorio provinciale e che nel prossimo anno scolastico rilanceremo con maggiore capillarità”.

Con quattro ministri e il bergamasco Martina (Fao)

 Alla prima  Festa dell’Educazione alimentare saranno presenti anche i ministri delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli, dell’Istruzione Patrizio Bianchi, della Salute Roberto Speranza, della Transizione Ecologica Roberto Cingolani e il vicedirettore della Fao Maurizio Martina. Ci sarà Ettore Prandini, presidente della Coldiretti, che ha curato l’iniziativa e che presenterà l’impegno dell’agricoltura italiana nella formazione delle nuove generazioni sui temi della sostenibilità ambientale e della sana alimentazione.
 
L’iniziativa prevede l’apertura della maxi fattoria didattica dove i bambini andranno alla scoperta del mondo delle api, dell’orto sensoriale e della pet therapy con gli asini. Nella scuola in campagna di Castelporziano i piccoli ospiti impareranno anche a cucinare nella tenda dei cuochi contadini, giocheranno a fare la spesa come i grandi, mungeranno le mucche nella stalla della biodiversità che ospiterà gli animali salvati dall’estinzione nelle fattorie italiane: cavalli, mucche, capre, pecore, asini, oche e conigli.