Agnadello

Don Mario Martinengo lascia il paese: "Vi ho voluto bene"

Stamattina, domenica 12, messa di saluto. Per lui sentiti ringraziamenti e doni, fra cui una casula con l'effige della Madonna della Vittoria.

Don Mario Martinengo lascia il paese: "Vi ho voluto bene"
Attualità Cremasco, 12 Settembre 2021 ore 11:22

Messa di saluto per don Mario Martinengo, che dopo 9 anni lascia la parrocchia di Agnadello.

La messa di saluto a don Mario Martinengo

Una giornata da ricordare per il parroco, quella di stamattina, domenica 12 settembre. Una processione è partita dalla chiesa di San Bernardino alla Parrocchiale, dove don Mario ha officiato la sua ultima messa agnadellese, prima di partire alla volta di Bozzolo, dove sarà collaboratore parrocchiale. Presenti l'Amministrazione comunale, Avis, Aido, l'associazione Boschiroli e tantissimi parrocchiani desiderosi di salutare il sacerdote che dal 2012 presta servizio ad Agnadello.

Doni e ringraziamenti

Non sono mancati regali e omaggi da parte di amici e fedeli. L'associazione volontari "Boschiroli" gli ha fatto dono di una targa corredata dal ringraziamento per l'opera svolta in parrocchiale, l'Avis una pergamena mentre la comunità ha offerto una casula con l'immagine della Madonna della Vittoria. Una cornice con la foto della chiesa di San Vittore è arrivato anche dalle mani dell'assore alla Cultura Jessica Mogurno.  A salutarlo a nome dei cittadini il sindaco Stefano Samarati, che ha preso la parola per ringraziare il parroco soprattutto per l'operato svolto dall'insorgere della pandemia, di fronte alla quale don Mario non si è mai tirato indietro. Un saluto sentito da Luca Ferrari a nome del Consiglio pastorale, dal seminarista Andrea Bani, dal Gruppo coro e dal vicario Daniele Rossi, anche lui in partenza, che si è commosso. Al termine della funzione, davanti alla chiesa, il Corpo bandistico ha "suonato" il suo arrivederci.

"L'amore in politica non è proibito"

Nella sua ultima omelia il sacerdote ha fatto una raccomandazione a maggioranza e opposizione.

"In questi anni ho sofferto per le polemiche - ha detto - l'amore in politica non è proibito. Io non amo né capisco i programmi, sono venuto qui per servirvi e ho tentato di volervi bene: il Signore dice di amarci gli uni gli altri come lui ci ama. Questo è il programma di un sacerdote. Io ci ho provato, se è andato bene a qualcuno sono contento, agli altri chiedo scusa. Grazie a tutti coloro che hanno collaborato con me. Un regalo voglio da voi: educate i bambini alla fede, a essere orgogliosi di essere cristiani e insegnate loro ad amare".

Classe 1948, don Mario Martinengo ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale il 24 giugno 1972.
Vicario parrocchiale al San Bernardo di Cremona fino al 1977, dal '77 all'89 ha svolto il medesimo ruolo a Rivolta d’Adda. E' stato parroco di Commessaggio dal 1989 al 2005 e di San Leonardo in Casalmaggiore dal 2005 al 2012, prima di approdare ad Agnadello.

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì 17.

14 foto Sfoglia la gallery