Attualità
Casirate

Casirate gas è fallita, si cerca un nuovo gestore

Il Comune sta valutando le procedure da attuare per l’individuazione del nuovo gestore

Casirate gas è fallita, si cerca un nuovo gestore
Attualità Gera d'Adda, 13 Marzo 2022 ore 17:06

I debiti accumulati negli anni l’hanno portata a non poter più garantire la continuità gestionale e operativa: "Casirate gas" è fallita.

Il fallimento di "Casirate gas"

E’ il "de profundis" toccato alla società municipalizzata nata nel 2002 per occuparsi della gestione delle reti di distribuzione del gas naturale, che ha costretto l’amministratore incaricato dal Comune - dopo aver appurato le perdite accumulate della società con il precedente amministratore, l’ingegner Gianangelo Pessina -, l’avvocato Mirko Grassi, prima di fine 2021 a depositare istanza di fallimento della società. Ed ora il Comune di Casirate è tornato a dover gestire direttamente le reti in attesa di trovare un nuovo gestore.

La questione va in Aula

Il tema delle municipalizzate del gas - partecipate al 100% del capitale dal Comune di Casirate - è tornato in Aula lunedì sera per la presa d’atto della revoca della concessione alla società. Ed è stato il sindaco Manuel Calvi, che ha seguito in prima persona l’intricata vicenda sin dal suo insediamento nel maggio 2019, a fare un breve excursus ai consiglieri.

"Poco dopo il nostro insediamento, a seguito di notizie di stampa di pesanti sanzioni comminate alla società, abbiamo chiesto spiegazioni all’amministratore delegato che, in un primo momento, ci aveva dato rassicurazioni in merito - ha raccontato il primo cittadino - Abbiamo deciso di affidare un incarico per una macroanalisi dei bilanci, che ha evidenziato come la società aveva accumulato ingenti perdite. A quel punto, d’accordo con i miei assessori e consiglieri, ho provveduto a inoltrare esposti alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti per 'cristallizzare' la situazione. Al contempo abbiamo accantonato un fondo da 824mila euro che equivaleva alla perdita presunta in capo alla società".

Debiti e imposte non versate

Il momento di svolta nella gestione delle società municipalizzate - oltre alla Casirate Gas c’è anche la «Gas Due», che si occupa della commercializzazione del metano, ed è attualmente in vendita - è arrivata quando l’amministratore unico ha convocato l’assemblea dei soci.

"Il 22 marzo 2021 l’amministratore ha convocato l’assemblea dei soci per approvare il bilancio 2019 - ha proseguito nell’esposizione Calvi - Io, come socio unico, ho deciso di non approvare il progetto di bilancio che mi è stato presentato, ho provveduto alla revoca dell’amministratore unico e alla nomina di un nuovo amministratore, l’avvocato Mirko Grassi, che ha svolto su entrambe le società un’approfondita due-diligence, patrimoniale, finanziaria e contabile, che è durata parecchi mesi. Sulla Casirate Gas la situazione è risultata impattante: sono emersi debiti per oltre 500mila euro per Iva e imposte non versate, debiti verso fornitori e sanzioni varie che portavano ad una perdita civilistica di un milione di euro per l’esercizio 2019 e circa 80mila euro per l’anno successivo".

"Vir" e istanza di fallimento

Nel vagliare quale fosse la miglior strada per salvare la società e garantirne l’operatività, l’Amministrazione ha affidato ad un perito terzo la determinazione del "Vir", il Valore industriale residuo delle reti, valore patrimoniale della società che avrebbe potuto riequilibrare il disavanzo economico.

"Rispetto al calcolo fatto a suo tempo dall’amministratore delegato delle due società il Vir, dalle verifiche effettuate, è stato rideterminato in 250mila euro evidenziando che il valore precedente era viziato da gravi errori - ha proseguito il sindaco Calvi - Alla luce della reale situazione debitoria e della rideterminazione del Vir l’avvocato Grassi ci ha comunicato in data 27 dicembre di non essere più in grado di gestire le aziende del gas. La società ha depositato istanza di fallimento e il Comune si trova nella necessità di intervenire direttamente per assicurare la continuità del servizio e sta valutando le procedure da attuare per l’individuazione del nuovo gestore".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter