Attualità
Treviglio

Casa di riposo Anni Sereni, aumento delle rette per contrastare il caro-bollette

Nel 2023 ci saranno costi in più per 500 mila euro. Ma ci sono anche belle notizie: come regalo di Natale ai dipendenti verrà dato un voucher benzina da 30 euro.

Casa di riposo Anni Sereni, aumento delle rette per contrastare il caro-bollette
Attualità Treviglio città, 30 Novembre 2022 ore 12:54

Nella Casa di riposo Anni Sereni di Treviglio, gestita in consorzio con i Comuni di Caravaggio e Fara d'Adda, il Cda si è visto costretto ad aumentare le rette degli ospiti a causa del caro-bollette.

Casa di riposo

Gli ospiti della Casa di riposo Anni Sereni pagheranno 3 euro al giorno in più a partire dall'1 gennaio prossimo, portando la quota giornaliera da 57 a 60 euro. Lo ha deciso lunedì il Consiglio di amministrazione della Fondazione Anni Sereni. Un provvedimento resosi necessario alla luce degli spaventosi aumenti di luce e gas degli ultimi mesi. "Ci è arrivato un conguaglio di gas metano di 130 mila euro - ha spiegato il presidente Augusto Baruffi - mentre sull'elettricità non abbiamo avuto aumento grazie al fatto che sino al 31 dicembre abbiamo un contratto con prezzo fisso. Per il 2023 abbiamo però preventivato già almeno 500 mila euro di costi in più, tra utenze e aumento di spesa per derrate alimentari, pannoloni e presidi medici, oltre a quella per il personale a seguito del nuovo contratto per gli enti locali. Non verranno comunque toccato i servizi che già avevamo e che rimarranno compresi nella retta, così come la quota resterà la stessa (60 euro al giorno) anche per i pazienti del nucleo Alzheimer".

Baruffi corre con Mangoni
Il presidente della Fondazion Anni Sereni, Augusto Baruffi

Rimborso alle famiglie

A proposito di Alzheimer, nei giorni scorsi la Casa di riposo Anni Sereni ha ricevuto da Regione Lombardia il contributo per i dieci posti che sono stati accreditati a partire dall'1 ottobre. Cifre che, nel frattempo, le famiglie degli ospiti avevano già pagato. "Ci è sembrato giusto rimborsarli - ha sottolineato Baruffi - Sono 2 mila euro a ospite che i parenti avevano anticipato e che ora è giusto abbiano indietro. Questi pazienti pagheranno quindi 60 euro al giorno come gli altri (esclusi gli ospiti nella nuova ala Beretta-Molla che non sono accreditati e pagano 2.700 euro al mese, ndr). L'obiettivo è ora proseguire con l'efficientamento energetico già attuato per la nuova palazzina. Purtroppo, però, di mezzo c'è sempre la burocrazia che rallenta i progetti".

Voucher di benzina per i dipendenti

Ci sono belle notizie anche per i 190 dipendenti della casa di riposo Anni Sereni. In vista delle feste di Natale, il Cda ha deciso di dare un aiuto per affrontare le spese quotidiane. "Invece di regalare il classico panettone  - ha spiegato il presidente - abbiamo deciso di dare a ognuno di loro un voucher di 30 euro per fare rifornimento all'auto. E' un piccolo ringraziamento nei loro confronti, che si aggiunge ai voucher da 50 euro che avevamo distribuito in occasione dei festeggiamenti per i cinquanta anni di fondazione dello scorso settembre".

Seguici sui nostri canali