Attualità
Treviglio

Caro-Bollette, il Comune in aiuto delle famiglie fragili

Da lunedì sino al 20 novembre si potrà presentare la domanda per ottenere un contributo di 500 euro.

Caro-Bollette, il Comune in aiuto delle famiglie fragili
Attualità Treviglio città, 05 Novembre 2022 ore 14:36

Caro-Bollette, a Treviglio da lunedì 7 novembre si potrà presentare domanda per il "Fondo Sociale Utenze Domestiche - Anno 2022", a sostegno delle spese per luce e gas per le famiglie con basso reddito.

Caro-Bollette

A tutti i cittadini in possesso dei requisiti previsti dall'Avviso Pubblico contro il Caro-Bollette, è assegnato un contributo pari a Euro 500, fino a esaurimento delle risorse economiche stanziate, che ammontano a 135 mila euro. La richiesta di partecipazione deve essere presentata esclusivamente in modo telematico compilando e inviando l’apposito modulo pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente nella sezione Sportello Unico - Servizi Sociali, dal 7 al 20 novembre 2022. È ammessa la presentazione di una sola domanda per nucleo familiare anagrafico: le domande doppie presentate dal medesimo cittadino o da altro componente del medesimo nucleo familiare anagrafico del richiedente, saranno respinte.

Il Supporto del Comune

Durante tutto il periodo di apertura dell'avviso contro il Caro-Bollette, è disponibile una postazione per la presentazione delle richieste utilizzabile dai cittadini sprovvisti di connessione internet o dispositivi: ci si potrà recare in biblioteca, in vicolo Bicetti de Buttinoni 11, nei seguenti giorni e orari: lunedì dalle 14.30 alle 18; dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 14.30 alle 17. Sarà inoltre attivo un punto informativo telefonico dedicato a informazioni e chiarimenti, chiamando il numero 0363/317703 dal lunedì al giovedì dalle 14 alle 16.30.

"Sostegno alle famiglie più fragili"

”Con questo Avviso Pubblico l’Amministrazione Comunale di Treviglio vuole dare un sostegno alle famiglie più fragili colpite dall’impatto economico dei rincari dell’energia e dal Caro-Bollette - ha sottolineato il vicesindaco e assessore ai Servizi alla Persona Pinuccia Prandina - è un bando snello con il quale il cittadino con basso reddito, fino a 13 mila euro, potrà beneficiare di  500 euro a famiglia fino a esaurimento delle risorse disponibili”.

Seguici sui nostri canali