Attualità
Palosco

Boccata di ossigeno a Palosco per la questione medici di base, arriva un sostituto 

In attesa dell’assegnazione ufficiale di un medico da parte di Ats, l’Amministrazione comunale è riuscita a tamponare la falla attraverso un accordo con il dottor Hachem Hussein.

Boccata di ossigeno a Palosco per la questione medici di base, arriva un sostituto 
Attualità Media pianura, 18 Agosto 2022 ore 08:00

In attesa dell’assegnazione ufficiale di un medico da parte di Ats, l’Amministrazione comunale è riuscita a tamponare la falla attraverso un accordo con il dottor Hachem Hussein.

L'annuncio del sindaco

In attesa dell’assegnazione ufficiale di un medico da parte di Ats, l’Amministrazione comunale è riuscita a tamponare la falla attraverso un accordo con il dottor Hachem Hussein. "Stiamo aspettando notizie certe relativamente all'assegnazione di un medico oppure alla riapertura della Cad – ha fatto sapere in una nota il sindaco Mario Mazza – Nel frattempo ci siamo adoperati per attenuare il più possibile il disagio dei cittadini paloschesi esclusivamente “orfani” del medico di medicina generale ed è stato raggiunto un accordo con il dottor Hachem Hussein, medico di Medicina Generale a Telgate, il quale presterà il suo servizio nell'ambulatorio di via Marelli 1. Si potrà usufruire del servizio esclusivamente su appuntamento, che deve essere prenotato presso la farmacia comunale, recandosi di persona oppure chiamando all’apposito numero".

La minoranza è scettica

Una soluzione palliativa apprezzata parzialmente dal gruppo di minoranza «Palosco Adesso» che ha voluto commentare la notizia.  "Noi, come opposizione, per la faccenda medici ci siamo mossi da subito esponendoci già durante la serata dell’incontro con Ats, denunciando la grave situazione nella quale anche Palosco tuttora si ritrova – ha fatto sapere Santina Redolfi – Abbiamo interloquito con il consigliere regionale Jacopo Scandella che, insieme al gruppo di minoranza in regione Lombardia, ha presentato in commissione sanità la mozione affinché le Cad fossero riaperte per sopperire all’emergenza medici. La mozione è stata votata in consiglio regionale all’unanimità e sei Cad sul territorio bergamasco, tra cui Palosco, a breve saranno riaperte. Certo è che se non ci fossimo fatti sentire già  da quella sera, come ci ha chiesto ripetutamente la popolazione di Palosco, non avremmo portato a casa nulla. L’ambulatorio per il mese di agosto, aperto per 8 giorni a Palosco, è sicuramente un aiuto per tutti i cittadini orfani del paese come li ha definiti Ats. Resta ancora il grave problema per coloro che hanno dovuto scegliersi un medico in altri paesi  che devono affrontare i disagi dei trasporti".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter