Menu
Cerca
Rivolta

Avis sempre generosa ma iscrizioni in calo

Nell'assemblea annuale sono stati illustrati i dati del 2020, un anno difficile in cui avrebbe dovuto celebrarsi il 70esimo anniversario di fondazione.

Avis sempre generosa ma iscrizioni in calo
Attualità Cremasco, 21 Aprile 2021 ore 19:29

L’Avis di Rivolta ricorda i donatori morti nel 2020 con un minuto di silenzio all’inizio dell’assemblea annuale e riflette sul calo delle iscrizioni. Nel 2020 si sarebbe dovuto celebrare il 70° anniversario di fondazione della sezione, con tutta una serie di iniziative benefiche che purtroppo la pandemia ha cancellato.

L’Avis fa il punto nell’assemblea annuale

Un anno difficile il 2020. Con non poche difficoltà e grazie all’impegno dei consiglieri e degli iscritti la sezione ha però continuato la sua attività, ancor più quando si è scoperto che il plasma dei convalescenti è una risorsa preziosa per la cura del virus e per il trattamento dei pazienti più gravi.

“Un grazie va al Consiglio direttivo e al Consiglio sindacale per il lavoro svolto e per l’impegno profuso nel corso dell’anno trascorso e dell’intero quadriennio – ha detto il presidente Marco Colombi – impegno che è diventato particolarmente gravoso dopo l’introduzione delle prenotazioni e degli orari per le donazioni”.

Ecco l’organigramma dell’associazione: oltre a Colombi,  vice Santino Severgnini, segretario Cesare Sottocorno, tesoriere Sergio Moroni, coordinatore Gruppo Avis di Gradella Silvano Bianchessi,  consiglieri Stefano Colombi, Silvana Migliavacca, Giovanni Roveda, Giuseppe Serina e Daniela Severgnini.

I dati statistici del 2020: calano gli iscritti

“I donatori effettivi sono 306 contro i 319 dell’anno precedente – ha spiegato Colombi – Le donazioni sono state 578 contro le 607 del 2019, 29 in meno a causa della pandemia. Di queste, 495 (erano 500 nel 2019) di sangue intero presso il centro di raccolta del nostro paese, 62 (erano 79) di sangue intero presso l’ospedale Maggiore di Crema. Sempre a Crema sono state effettuate 21 (erano 28 ) plasmaferesi. Dal novembre 1950, anno di costituzione della nostra sezione, al 31 dicembre 2020, sono state rilasciate 1438 tessere. Nel 2020 le domande di iscrizione sono state 13, come nel 2019, 18 donatori (4 in meno rispetto al 2019) hanno cessato l’attività per vari motivi. Il sensibile calo delle domande di iscrizione ci ha fatto molto riflettere. Le nuove tessere sono state 5, 11 in meno rispetto al 2019”.

Negli ultimi mesi del 2020 sono iniziati i corsi di formazione per l’utilizzo del nuovo sistema applicativo messo a disposizione dal Provinciale denominato Avisnet. Il nuovo sistema permetterà alla sezione di migliorare la gestione dell’attività donatoria e di fornire, in futuro, informazioni sempre più capillari ai donatori stessi con modalità più snelle e di facile accesso (email, accessi diretti alla propria posizione, esami, ecc). Sarà inoltre direttamente collegato con il centro trasfusionale.

TORNA ALLA HOME