Attualità
Bariano

Abbattuti tre alberi per fare spazio ai parcheggi

Per l'Amministrazione si trattava di alberi malati, ma secondo la minoranza nei documenti non era menzionata la necessità di abbattimento

Abbattuti tre alberi per fare spazio ai parcheggi
Attualità Gera d'Adda, 27 Marzo 2022 ore 15:17

Partiti lunedì i lavori per ricavare nuovi parcheggi dall’area verde accanto al Municipio: a Bariano monta la polemica, il fatto che siano stati abbattuti tre alberi non piace a diversi cittadini.

Undici nuovi parcheggi

Il progetto è noto da mesi: l’Amministrazione del sindaco Andrea Rota, all’interno del proprio intento di riqualificare quest’area del paese, ha scelto di rinunciare ai tre alberi situati sul lato sinistro del municipio – tra cui una paulonia e un acero – per realizzarvi undici posti auto da aggiungere ai parcheggi già presenti sul retro dell’edificio. E' questa la prima di tre aree d’intervento, che sarà presto seguita dall’abbattimento della fontana di piazza Papa Giovanni XXIII e dalla sistemazione del percorso pedonale di via Umberto I, che dovrebbe dare un termine alla risistemazione dell’area di paese tra Municipio e scuola materna.

Abbattuti tre alberi

La realizzazione delle opere, attesa da tempo, è iniziata lunedì mattina proprio con l’abbattimento delle piante accanto al Comune, pubblicizzato dall’Amministrazione attraverso la propria pagina Facebook al fine di informare la cittadinanza dell’inizio lavori. Contrariamente alle aspettative del gruppo di maggioranza, però, la notizia non è piaciuta a tutti i barianesi: sono stati svariati i commenti insoddisfatti di chi un po’ sorpreso ha auspicato che non venissero abbattute le piante per fare spazio a posti auto in cemento.
"Tutti cercano di piantumare e creare zone verdi per preservare il territorio. Invece qui?" ha commentato un utente, seguito da numerosi altri concittadini scettici.
"C’è un progetto di come verrà l’opera? Non ricordo di questo dettaglio nel programma elettorale" ha fatto notare un altro cittadino, mentre altri ancora si sono posti domande circa il mancato intervento della minoranza sulla questione.
"La minoranza ha segnalato più volte la propria contrarietà al progetto, anche in Consiglio comunale. La scelta è stata dell'Amministrazione" ha ribadito dal canto suo il gruppo "Futuro e Tradizione", che sin da quando è stato presentato l’intento di intervenire si è schierata contro la realizzazione dei parcheggi così come contro il rimaneggiamento previsto in piazza Papa Giovanni XXIII.

I motivi del taglio

A cercare di placare gli animi è intervenuta la stessa Amministrazione, che ha ribadito come le piante rimosse siano solo tre e come non si tratti certo di disboscamento.

"Sono piante divenute col tempo pericolose in quanto avevano radici in superficie e, durante i temporali, potevano rappresentare un pericolo, tanto che qualche tempo fa si era staccato un grosso ramo da uno degli alberi – ha ribadito il gruppo attraverso il profilo Facebook del Comune – Non sono oggetto di intervento, invece, tutti i tigli storici posti di fronte alle ex scuole elementari. Quanto al verde pubblico, in questi ultimi anni sono stati fatti numerosi interventi di potatura e manutenzione investendo risorse significative. Poche settimane fa, ad esempio, è stata fatta una nuova piantumazione di 30 alberi lungo la pista ciclabile in via Veneto, in collaborazione con il gruppo ecologico Terranostra".

La controreplica della minoranza

All'Amministrazione ha però risposto a distanza ancora il gruppo di minoranza, che ha ribadito come non ci fosse alcuna necessità di intervenire sulle piante in questione per ragioni di sicurezza, ma come piuttosto l’abbattimento sia stato una scelta politica.

"A dirla tutta tra i documenti è riportato che, salvo indicazioni nel cronoprogramma dei lavori, che ovviamente non ci sono, le piante non sarebbero potute essere abbattute tra marzo e luglio - ha ribadito il capogruppo Marino Lamera - Al di là di ciò, non c’è alcuna menzione circa la necessità di abbattimento per ragioni di sicurezza, si tratta di una scelta squisitamente politica".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter