Menu
Cerca
treviglio

Giacomo Poretti "regala" uno spettacolo a infermieri e medici

Il 19 e il 20 maggio il comico del trio "Aldo, Giovanni e Giacomo" salirà sul palco del PalaFacchetti di Treviglio.

Giacomo Poretti "regala" uno spettacolo a infermieri e medici
Altro Treviglio città, 12 Maggio 2021 ore 16:33

Giacomo Poretti, uno dei componenti del trio "Aldo, Giovanni e Giacomo", aprirà la stagione di eventi estivi a Treviglio il 19 e (in replica) il 20 maggio, sul palcoscenico del PalaFacchetti.

Giacomo Poretti

La prima delle due date avrà un valore simbolico importante: sarà infatti un omaggio agli operatori sanitari dell’Asst Bergamo Ovest e della Casa di riposo "Anni Sereni", ma anche ai medici e ai farmacisti della città. Grazie alla disponibilità di Giacomo Poretti e alla volontà dell'Amministrazione comunale, i 500 posti a sedere previsti dai protocolli Covid saranno messi a disposizione gratuitamente per coloro che negli ultimi 15 mesi hanno combattuto in prima linea contro il Coronavirus. Ironia della sorte, Giacomo porterà in scena il monologo "Chiedimi se sono di turno", uno spettacolo che racconta il passato del protagonista nelle corsie dell’ospedale, dove ha lavorato prima di intraprendere la carriera comica.

"Felice di portare il mio spettacolo a Treviglio"

L’annuncio è stato dato oggi, martedì 12 maggio, nella sala consigliare del Comune. E durante la conferenza stampa c’è stato anche il collegamento via web con Giacomo Poretti (nella foto). "Treviglio è una città che mi ricorda alcuni miei rapporti di amicizia", ha sottolineato Giacomo, il quale, da sfegatato tifoso interista, ha poi aggiunto che "non potevo non venire visto il nome che porta il palazzetto". "Questo spettacolo - ha poi proseguito - ha debuttato pochi mesi prima dell’arrivo di Covid, al teatro Oscar di Milano, struttura che gestisco con il vostro quasi conterraneo Gabriele Allevi (originario di Brignano, ndr). Dopodiché abbiamo dovuto chiudere. Riproporlo ora a Treviglio mi rende felice".

"C'è voglia di riaperture"

In Aula erano presenti anche il direttore generale della Asst Bergamo Ovest, Peter Assmebergs, e il presidente di Anni Sereni, Augusto Baruffi. "Ho accolto con molto piacere la proposta dell’Amministrazione comunale - ha detto il primo - che, alla prima occasione di allentamento delle restrizioni per gli eventi culturali, ha pensato di omaggiare gli operatori sanitari, impegnati da un anno e tre mesi nella lotta contro la pandemia. C’è bisogno di aperture e di tornare a ridere, altrimenti la mente umana non regge. Siamo tutti stanchi, ma ce la stiamo mettendo tutta per vaccinare i cittadini prima dell’estate". Assembergs, per sdrammatizzare, ha poi ricordato che in questi quindici mesi solo una volta ha sorriso. "E’ stato quando un medico mi ha raccontato che in pronto soccorso c’era un anziano over 80 in overdose da Viagra", ha rivelato. "Ringrazio il Comune e l’artista per questa opportunità - ha aggiunto Baruffi - Per noi questo è stato un anno difficile psicologicamente, perché abbiamo visto morire i nostri nonni. Sarebbe bello se Giacomo Poretti potesse anche passare dalla nostra Rsa per un piccolo sketch per i nostri ospiti".

"Un'occasione per dire grazie"

E’ stata poi la volta degli interventi dei "padroni di casa". "Mentre si sta completando il programma delle manifestazioni estive in piena sicurezza - ha affermto il sindaco Juri Imeri - siamo felici di riaprire il PalaFacchetti al pubblico con questo evento: da una parte ribadiamo al personale sanitario la gratitudine per quanto sta facendo da mesi; dall'altra, nella seconda serata, offriamo al pubblico la possibilità di tornare a vivere le emozioni del teatro dal vivo in un ambiente sicuro e con uno spettacolo e un artista di grande livello". "Ci serve, quest’anno, un nuovo inizio della stagione estiva - ha sottolineato l’assessore alla Cultura Beppe Pezzoni - L’esperienza che stiamo attraversando ci ha resi più stanchi e più fragili. Abbiamo bisogno di tornare a trovarci, tutti insieme e in sicurezza, come abbiamo fatto la scorsa estate a Treviglio, per sperimentare momenti di socialità, incontro e anche divertimento. Questo il motivo per cui apriamo la stagione estiva con questo spettacolo di Giacomo Poretti: è un’occasione per trovarci ed è un’occasione per dire grazie a chi, in tutti questi mesi, più ci ha aiutato nella battaglia contro la pandemia. Il mio ringraziamento a tutto il personale dell’Ufficio Cultura che, pur nelle difficoltà di questi periodi, s’è adoperato per organizzare un evento che riporta il teatro, il buon teatro, in città, al Palafacchetti. E a tutti coloro che vorranno partecipare, l’augurio che trascorrere del tempo insieme possa essere la prima di una serie di occasioni che ci vedranno uniti, insieme, sicuri".

Come acquistare i biglietti per la seconda serata

Per quanto riguarda la seconda serata, quella di giovedì 20 maggio, sarà aperta a tutto il pubblico (sempre con il limite di 500 persone, al costo di 10 euro, con prevendita obbligatoria tramite il circuito VivaTicket (al link: https://www.vivaticket.com/it/biglietto/chiedimi-se-sono-di-turno/155974). Entrambi gli spettacoli di Giacomo Poretti inizieranno alle ore 19.30 (con ingresso dalle 19) per garantire il rispetto del coprifuoco. Sarà obbligatorio rispettare le indicazioni del personale di sala e indossare sempre la mascherina.

TORNA ALLA HOME