Menu
Cerca

Furto al centro commerciale con l'aiuto del neonato

Ieri pomeriggio i Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato in flagranza di reato due sorelle marocchine, regolari sul territorio nazionale, per concorso di persone in tentato furto pluriaggravato

Furto al centro commerciale con l'aiuto del neonato
18 Novembre 2017 ore 09:02

Ieri pomeriggio i Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato in flagranza di reato due sorelle marocchine, regolari sul territorio nazionale, per concorso di persone in tentato furto pluriaggravato.

Il furto

Due giovani donne, rispettivamente di 27 e 29 anni, in compagnia del figlio neonato di una, hanno compiuto un furto all’interno dell’IPER di Brembate, occultando poi la refurtiva, del valore di alcune decine di euro, nel passeggino , sperando di sfuggire ai controlli.

L'allarme

Il servizio antitaccheggio presente nell'esercizio commerciale, tramite “112”, ha però dato l’allarme alla Centrale Operativa dei Carabinieri della Compagnia di Treviglio (BG), determinando così sul posto l’intervento di una pattuglia della Stazione di Brembate, nonché del Comando Arma di Zingonia. Dopo aver accertato i fatti, la merce asportata (alcuni capi di vestiario), privata del dispositivo di antitaccheggio per cercare così di eludere i controlli delle barriere elettroniche presenti alle casse, è stata restituita alla proprietà dell’esercizio.

Il fermo

Dopo le formalità di rito le due donne sono state quindi arrestate e temporaneamente ristrette presso la relativa comune abitazione di Verdellino (BG) in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata odierna in Tribunale a Bergamo. Oltre alla destrezza ed alla violenza sulle cose, l’aver utilizzato come “copertura” il bambino di pochi giorni di vita ha altresì fatto scattare l’ulteriore aggravate del mezzo fraudolento a carico delle due giovani donne. Entrambe, a proprio carico, avevano alcuni precedenti di polizia, alcuni anche per reati specifici