Calcio a Spirano

Cambio ai vertici per l'Asperiam: ecco la nuova dirigenza della società di calcio

La storica società calcistica spiranese, che quest'anno celebra il proprio centenario, ha completamente rinnovato la propria dirigenza.

Cambio ai vertici per l'Asperiam: ecco la nuova dirigenza della società di calcio
Altro Media pianura, 13 Giugno 2021 ore 17:02

Il presidente uscente Pietro Radaelli ha lasciato l'incarico a Roberto Villa. Cambiano anche tutte le altre cariche all'interno del club.

Il cambio di dirigenza

Che qualcosa sarebbe cambiato all'interno della storica associazione sportiva spiranese, che quest'anno compie ben cento anni, era stato annunciato già da tempo, quando l'ormai ex presidente Pietro Radaelli aveva annunciato, per motivi di salute, le proprie dimissioni. La settimana scorsa è stato ufficializzato invece l'insediamento del nuovo gruppo dirigente.

Le rassicurazioni

Il nuovo presidente, il 45enne spiranese Roberto Villa, ha subito rassicurato tesserati e famiglie circa il destino delle squadre, che saranno tutte mantenute. Con lui a gestire la società Edoardo Saronni, vicepresidente, Mario Givelli in qualità di segretario e Marco Pepe e Daniele Givelli come direttori sportivi. Completano il quadro quattro consiglieri, tutti spiranesi.

Il ringraziamento dell'Amministrazione comunale

Anche il sindaco Yuri Grasselli e l’Amministrazione comunale, che in qualche misura han contribuito al passaggio di consegne, hanno ringraziato la vecchia gestione e augurato il meglio alla nuova.

Siamo contenti che Villa e Saronni abbiano preso in mano la storica società di calcio proprio nell’anno del centenario per continuare questa avventura nel mondo calcistico bergamasco – ha commentato il sindaco – Grazie a loro, i nostri bambini e ragazzi potranno continuare lo sport che amano in quel di Spirano. E’ bello poi vedere che gente giovane abbia voluto mettersi in gioco, e da parte nostra la nuova dirigenza riceverà piena collaborazione per continuare l’ottimo rapporto già instaurato con Pietro Radaelli, che ringraziamo per quanto fatto nel corso degli anni.

Puoi saperne di più sul Giornale di Treviglio in edicola questa settimana.

TORNA ALLA HOME.