Biffi si racconta dopo il “patatrac”

Biffi ha spiegato cosa è accaduto due settimane fa in un'intervista al nostro Giornale

Biffi si racconta dopo il “patatrac”
Treviglio città, 04 Maggio 2019 ore 13:41

Trentasette anni, impiegato alla “Same” di Treviglio e da dieci anni militante del “Carroccio”. E’ questo in sintesi il profilo di Stefano Biffi, l’uomo politico brignanese del momento, che si candiderà a sindaco con una lista a simbolo “Lega”. Ex vicesindaco, Biffi viene da una storia politica piuttosto atipica. Per quattro anni circa era stato infatti in Giunta, come “vice” di Beatrice Bolandrini. Ma dopo uno “strano” rimpasto di Giunta, aveva perso le deleghe più pesanti, finendo poi a ricorprire il ruolo (da lui molto ambito) di presidente dell’ Associazione Sportiva Brignanese, con le conseguenti sue dimissioni dal Consiglio. In questi ultimi mesi di campagna elettorale, Biffi aveva sempre negato qualsiasi interesse ad impegnarsi (di nuovo) politicamente per il suo paese. Due giovedì fa, pochi giorni dopo la mancata alleanza tra la Lega e i centristi di Bolandrini, a soli due giorni dalla scadenza per la consegna delle liste elettorali, “a sopresa” è arrivata la sua nomina ufficiale a candidato sindaco per il Carroccio. Biffi ha spiegato come sono andate le cose in un’intervista al nostro Giornale, proprio quando Bolandrini, furiosa, ha espresso commenti non certo lusinghevoli nei suoi confronti.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia