Menu
Cerca

Aveva pestato a sangue un coetaneo nel 2015, arrestato trevigliese

Nel 2015 aveva pestato a sangue un coetaneo fuori da un bar nei pressi della biblioteca di Treviglio. Ora, il 22enne trevigliese C.F. è stato arrestato. Svariati i precedenti del giovane, dall'attività di spaccio alla truffa a danno di altri pusher.

Aveva pestato a sangue un coetaneo nel 2015, arrestato trevigliese
Altro 13 Maggio 2018 ore 12:24

La Polizia di Stato, su provvedimento della Procura, ha arrestato un 22enne trevigliese, condannato a due anni di reclusione per l'aggressione a un suo coetaneo nel 2015.

L'aggressione

E' stato arrestato dalle forze dell'ordine C.F., 22enne nato e residente a Treviglio, già noto agli inquirenti per diversi precedenti.
Il Procuratore di Bergamo l'ha infatti  condannato in via definitiva a due anni di carcere in quanto, in concorso con altri, aveva percosso un coetaneo per futili motivi. Il pestaggio era avvenuto una notte dell'estate 2015 fuori da un bar nei pressi della biblioteca comunale, e la giovane vittima aveva perso tre denti nello scontro e ricevuto una prognosi di oltre 40 giorni a seguito delle ferite riportate.

I precedenti penali

All'epoca dell'accaduto, C.F. era già noto alle forze dell'ordine per spaccio di sostanze stupefacenti. Era inoltre strettamente monitorato per il suo comportamento, e sottoposto a libertà controllata.
L'8 giugno 2016, invece, il ragazzo aveva tentato di truffare tre spacciatori vendendo loro tre kg di farina doppio zero e spacciandola come droga.
Quando i pusher avevano rintracciato il ragazzo, quest'ultimo li aveva inoltre rincorsi minacciandoli con un coltello.

L'arresto

Ieri i militari della Polizia di Stato hanno tratto in arresto il giovane trevigliese su provvedimento della Procura di Bergamo. Dopo le incombenze del caso e il foto-segnalamento, C.F. è stato condotto alla Casa Circondariale di via Gleno a Bergamo, dove sconterà la pena di due anni stabilita dal procuratore.