LAGO DI GARDA LOMBARDIA

Un angolo di Mediterraneo ai piedi delle Alpi

Da Limone a Sirmione, un territorio unico dove la vacanza è sport e relax, spiagge e movida, cultura e arte, natura ed enogastronomia

Un angolo di Mediterraneo ai piedi delle Alpi
20 Luglio 2020 ore 10:30

Posto nel centro dell’Europa, fisicamente e culturalmente, il Garda, il più grande dei laghi italiani, è un mare d’acqua dolce sul quale si affaccia una terra ospitale e disponibile al nuovo, ma forte delle sue antiche e solide radici. Il territorio del Garda lombardo offre mille pretesti e mille occasioni per dedicarsi alla scoperta di antiche testimonianze che conducono il visitatore in un avvincente viaggio nella storia e nell’arte, per praticare sport a contatto con una natura selvaggia e incontaminata, per trascorrere serate all’insegna della movida, per lanciarsi alla ricerca di un prodotto tipico e di nuove esperienze. L’ambiente di quest’oasi di Mediterraneo è quanto mai vario.

A nord il lago è chiuso come un fiordo da alte catene montuose che fanno da corona ai centri abitati di Limone, Gargnano, Toscolano Maderno e Gardone Riviera. Adagiati sugli altopiani a picco sulla distesa azzurra del Benaco, ecco Tignale e Tremosine, vere e proprie balconate naturali sul Garda, mentre nell’entroterra montano, tra boschi e vette incontaminate, sorgono i borghi di Magasa e Valvestino. Da Limone fino al golfo su cui si affaccia la città di Salò, la capitale della Magnifica Patria, scrigno di testimonianze che raccontano di un passato di gloria e splendore, il territorio è salvaguardato dal 1989 dalla legge che ha istituito il Parco Regionale dell’Alto Garda bresciano, meta ideale per gli amanti dello sport e del turismo Green.
Più a sud, il paesaggio prealpino lascia il posto alle dolci e sinuose colline moreniche che caratterizzano il territorio della Valtenesi e la porzione più meridionale del Garda.
Qui il paesaggio è disegnato dai campi coltivati a vigneto e oliveto, sui quali dominano incontrastati i castelli medievali dei sette borghi della Valtenesi: San Felice, Manerba, Moniga e Padenghe lungo la riviera e, tra le colline dell’entroterra, Puegnago, Polpenazze e Soiano.

Un territorio votato all’accoglienza, celebre per le sue spiagge ampie e assolate, le sue produzioni enogastronomiche, il suo paesaggio rurale e agrario di grande bellezza.
L’ampio anfiteatro morenico a sud del Garda abbraccia le celebri località di Sirmione, che domina il basso lago dalla punta di un’incantevole penisola, e Desenzano, la capitale del Garda, mentre Lonato e Pozzolengo sono adagiate nel primo entroterra.
Le proprietà curative della preziosa acqua termale e le importanti vestigia romane fanno di Sirmione uno dei poli turistici più importanti del Garda. Desenzano è una moderna città dotata di un meraviglioso centro storico pedonalizzato, preziose testimonianze d’arte e numerose opportunità per lo svago e il divertimento. Lonato domina il lago con la sua imponente Rocca, testimonianza del lungo dominio della Repubblica di Venezia. Infine, al centro dell’anfiteatro morenico prospiciente il basso Garda, ecco Pozzolengo, centro tranquillo e ospitale circondato dal verde dei vigneti.
Da non dimenticare che la posizione strategica del Lago di Garda permette interessanti visite alle vicine città di Brescia, Mantova e Montichiari che offrono al visitatore il piacere e il fascino di passeggiare tra belle piazze, portici, musei, palazzi.
Questo il territorio del Consorzio «Lago di Garda – Lombardia», un territorio privilegiato, dal fascino unico e irripetibile, dove troverai tutto ciò che serve per un soggiorno indimenticabile.

 

Il presidente del Consorzio Luigi Alberti è convinto si tratti di un’opportunità da non perdere: «Tanti italiani stanno scoprendo com’è bello il nostro lago»

«Il Lago di Garda è unico e indimenticabile. Noi lo sappiamo, ma ci stiamo accorgendo che anche sempre più turisti italiani lo stanno riscoprendo e apprezzando, specialmente in questo periodo. Per noi, operatori del turismo, è un’opportunità da cogliere, offrendo servizi di qualità e continuando a fare squadra». Di questo periodo complicato a causa del Covid-19, il presidente del Consorzio Lago di Garda Lombardia, Luigi Alberti, vuole vedere soprattutto il bicchiere mezzo pieno e non solo le difficoltà.
«In questo inizio luglio abbiamo registrato un ritorno positivo di turisti stranieri nelle nostre strutture ricettive, in particolare da Germania, Olanda e Austria – assicura Alberti – Ma la piacevole notizia è che, in particolare nei week end, da venerdì pomeriggio a domenica sera, stiamo facendo il boom di italiani: molti lombardi, ma anche piemontesi, veneti, emiliani e di altre regioni. Tanti che non avevano mai visto il nostro lago: si tratta di nuovi clienti che si meravigliano delle bellezze che visitano e che quindi siamo speranzosi possano ritornare».
Le strutture ricettive sono funzionanti a pieno regime per l’80% e nei fine settimana praticamente si riempiono.
Buone anche le prenotazioni per agosto- settembre.
«Insomma, la stagione non è del tutto persa come si temeva solo qualche mese fa – continua – E se tutti siamo bravi a mantenere alta la qualità dei servizi sono convinto che trarremo dei vantaggi inaspettati anche per il futuro».
Il Consorzio Lago di Garda Lombardia assicura che farà la sua parte. «Prevediamo di aumentare la promozione del nostro territorio – garantisce il presidente – soprattutto all’estero dove magari c’è ancora qualche timore in termini di sicurezza».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia