Menu
Cerca
Visita a sorpresa

Polvere bianca sul tavolo: “Impastavo la pizza!”, ma non frega i carabinieri…

E pensare che i militari dovevano comunicare al 36enne una bella notizia: l’affidamento in prova ai servizi sociali, una misura alternativa alla detenzione di 7 mesi a cui era stato condannato...

Polvere bianca sul tavolo: “Impastavo la pizza!”, ma non frega i carabinieri…
Glocal news 22 Gennaio 2021 ore 17:40

A fregarlo è stata la visita a sorpresa dei carabinieri, che quando sono entrati in soggiorno e hanno visto della polvere bianca sul tavolo, hanno mangiato la foglia… Certo, li ha aiutati il fatto d’esser passati a fare un controllo in casa di uno spacciatore 36enne ai domiciliari (quindi non esattamente uno stinco di santo), altrimenti la scusa “Ma no, è farina, stavo impastando la pizza!”, avrebbe anche potuto reggere.

Polvere bianca sul tavolo: non era mica farina…

Da Prima Brescia

E’ successo a Manerbio, pianura bresciana. Una pattuglia di carabinieri della caserma cittadina s’è recata a casa di un pregiudicato agli arresti domiciliari. Una prassi consueta, ma stavolta il finale è stato davvero a sorpresa.

Fra l’altro i militari dovevano comunicare al 36enne una bella notizia: l’affidamento in prova ai servizi sociali, una misura alternativa alla detenzione di 7 mesi a cui era stato condannato. Ma proprio prima di librarsi in volo dal gabbio, lo spacciatore s’è schiantato al suolo, è proprio il caso di dirlo, con le sue stesse mani.

“Impastavo la pizza!”, ma non inganna i carabinieri

Una volta nell’appartamento, i carabinieri si sono accorti di alcuni tracce di polvere bianca sul tavolo del soggiorno. Insospettiti, hanno quindi chiesto spiegazioni al giovane, che si è affrettato a giustificarsi: “Sono residui di farina!”, ha raccontato, spiegando d’aver fatto come tanti,  in questo periodo di lockdown, che impastano la pizza in casa (quando si riesce a trovare il lievito sempre scarseggiante nei supermercati).

Per nulla convinti della giustificazione, i militari hanno effettuato immediatamente una perquisizione dell’appartamento trovando 47 grammi di sostanza stupefacente, risultata poi cocaina, del materiale per il confezionamento e 450 euro in contanti ritenuti “provento dell’illecita attività”.

NON PERDERTI NEPPURE: Cena abusiva per guardare la Juve, multe salate per titolare e venti clienti

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli