Glocal news
federazione lombarda BCC

Il ritorno di Babbo Natale alla BCC Bergamasca e Orobica

La banca bergamasca è tornata con il suo consueto appuntamento natalizio dedicato ai bambini del territorio

Glocal news 22 Dicembre 2021 ore 15:02

Grande riscontro per la trentaseiesima edizione del “Babbo Natale della BCC”, svolta nelle filiali della BCC Bergamasca e Orobica. Quasi tremila bimbi dai 3 ai 7 anni si sono recati nelle BCC di Azzano San Paolo, Bariano, Bergamo Celadina, Borgo di Terzo, Calcinate, Cologno al Serio, Comun Nuovo, Levate, Grassobbio, Martinengo, Morengo, Pagazzano, Pedrengo, Pognano, Spirano, Trescore Balneario, Urgnano e Zanica per portare la letterina a Babbo Natale e ritirare una sacca dono, quest'anno a tema ecologico, contenente anche un vasetto di girasole di cui prendersi cura.

GUARDA IL VIDEO 

Tornano le tradizioni natalizie di BCC

Così il Presidente di BCC Bergamasca e Orobica Gualtiero Baresi, ha commentato la manifestazione:

"Sono felice di aver potuto riprendere in presenza questa manifestazione, dopo il parziale stop dello scorso anno, dove abbiamo dovuto ricorrere alla modalità on line; questo momento costituisce, insieme all’accensione dell’albero di Natale della BCC avvenuto lo scorso 1 dicembre, un punto di ri-partenza delle attività di aggregazione e coinvolgimento che la nostra banca ha sempre promosso. Nello specifico, durante il Babbo Natale, siamo giunti ad un livello così profondo di tradizione che i genitori che accompagnano i figli a ritirare il regalo sono gli stessi bambini che tanti anni fa hanno compiuto lo stesso gesto, hanno vissuto la stessa emozione, e ciò è davvero molto bello. I papà e le mamme rivivono nei loro bimbi quel momento di magia e di gratuità, che rimane, eccome, nei loro ricordi"

Festeggiare il Natale insieme e in sicurezza

Dopo di lui si è espresso a riguardo anche il direttore generale Alberto Pecis

"Abbiamo adottato tutte le norme di sicurezza ed evitato il contatto diretto tra il Babbo Natale ed i bambini, senza per questo avere tolto la magia dell'incontro. Ringrazio le Scuole del nostro distretto, che sono di fatto nostri partner in questa iniziativa, per avere svolto il lavoro di contatto tra noi e ciascun bimbo, distribuendo la letterina a tutti gli aventi diritto e permettendo così a chi lo desidera di vivere questa bella esperienza. Abbiamo pensato anche ai bimbi un po' più sfortunati che durante questo periodo, per motivi di salute, non hanno potuto partecipare all’incontro, mettendo a disposizione dei reparti di pediatria dei nostri ospedali che ne faranno richiesta i regali non consegnati"